07 aprile 2021
Aggiornamento trasferte alla luce del DL 44 del 01.04.2021

Mettiamo a disposizione l’aggiornamento a cura di RM Security & Compliance sulle trasferte alla luce del DL 44 del 01.04.2021 

L'art. 1 del DL 44 del 01.04.2021 ha prorogato fino al 30 aprile le misure previste dal DPCM del 2 marzo scorso.

Per quanto riguarda le trasferte all'estero occorre quindi fare nuovamente riferimento al Capo VI di quella norma e più specificatamente a: art. 49 (Limitazione degli spostamenti da e per l'estero), art. 50 (Obblighi di dichiarazione in occasione dell'ingresso  nel  territorio nazionale all'estero e art. 51 (Sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario e obblighi di sottoporsi a test molecolare o antigenico a seguito dell'ingresso nel territorio nazionale dall'estero).

Rimane in vigore la suddivisione dei Paesi in 5 cluster contrassegnati dalle lettere dalla "A" alla "E" come segue:

  • Cluster A: Città del Vaticano e San Marino: 
  • Cluster B: Stati e territori a basso rischio epidemiologico (Al momento nessuno Stato);
  • Cluster C: (area UE/Schengen): Austria Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco. 
  • Cluster D: Australia, Giappone, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Singapore, Tailandia: 
  • Cluster E: tutti gli Stati non compresi negli altri elenchi.

Attenzione ai seguenti punti:

1. Stati e territori di cui al cluster C (Area UE/Schengen). L'ordinanza del Ministero della Salute del 2 aprile, ha prorogato fino al 30 aprile le limitazioni disposte dalla precedente ordinanza del 30 marzo rivolta a coloro  che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti l'ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui al Cluster C (Paesi EU/Schengen). In questi casi, a eccezione dei casi in cui ricorra una delle deroghe previste dall'art. 51 comma 7 del DPCM 2 marzo 2021 (in particolare ingressi di lavoro e trasferte inferiori alle 120h.), chi rientra in Italia da un Paese dell’Elenco C è obbligato a: sottoporsi a tampone (molecolare o antigenico) effettuato nelle 48 ore prima dell'ingresso in Italia,  sottoporsi a prescindere dall'esito del test molecolare o antigenico di cui sopra, alla sorveglianza sanitaria e ad isolamento fiduciario per un periodo di cinque giorni e sottoporsi al termine dell’isolamento di cinque giorni ad un ulteriore test molecolare o antigenico.

2. Gran Bretagna e Irlanda del Nord. Le particolari misure previste dall'Ordinanza del Ministero della Salute del 9 gennaio 2021 sono abrogate a partire dal 7 aprile e si applicheranno quindi solo le misure previste per gli stati di cui al Cluster C. 

3. Brasile. Le particolari misure previste dall'Ordinanza del Ministero della Salute del 13 febbraio 2012 sono prorogate fino al 30 aprile.

4. Austria. Le particolari misure previste dall'Ordinanza del Ministero della Salute del 13 febbraio 2012 rimarranno in vigore solo per i rientri/ingressi dalla Regione del Tirolo. Per rientri/ingressi dal resto dell'Austria resto si applicheranno le misure previste per gli Stati di cui al Cluster C. 

NB: E' confermata la procedura per la richiesta di esenzione della quarantena al Ministero della Salute per ingressi in Italia e trasferte di lavoro di durata superiore alle 120h. laddove applicabile.

Si rimanda alla nota allegata per tutti gli approfondimenti del caso. 

20210407 RM nota trasferte.pdf

Per informazioni:
Roberto Masi
cell: +39.331.3691088
e-mail: rmasi@rmsecurityandcompliance.com

contact CALCULLI (training@acimit.it)



ACIMIT - Via Tevere, 1 20123 Milano (Italy) - tel +39 02 46.93.611 - email: info@acimit.it